Indice dei contenuti

Export vino: i documenti necessari per effettuare la spedizione

export vino

L’export vino rappresenta l’opportunità, per tutte le aziende che operano nel settore vinicolo, di espandere il proprio mercato e raggiungere paesi lontani facendo conoscere i propri prodotti.

Tuttavia, organizzare l’esportazione di vino non sempre è facile e, oltre a richiedere la conoscenza approfondita e il costante aggiornamento sulle normative di trasporto, richiede la compilazione e la consegna di una serie di documenti, senza i quali risulta impossibile procedere all’esportazione. 

Documentazione che può variare da paese a paese. 

In questo articolo vedremo insieme quali sono i documenti da presentare per poter proseguire con l’export del vino. 

Export vino: Documentazione, normative e autorizzazioni

Come avviene per prassi nell’esportazione di qualsiasi prodotto alimentare, anche per l’export vino è necessario adempiere a normative specifiche e munirsi della documentazione e delle autorizzazioni necessarie, per poter garantire la libera circolazione della merce ed evitare soste indesiderate nelle dogane.

Prima di inoltrarci dettagliatamente nell’elenco della documentazione necessaria, è bene sottolineare che, come prerogativa assoluta, il vino deve rispettare i requisiti di sicurezza e igiene previsti dagli enti coinvolti (nazionali e internazionali). 

Per i paesi appartenenti all’Unione Europea, per esempio, con il Regolamento (CE) 852/2004 sono stati stabiliti dei criteri di controllo specifici in materia di igiene e sicurezza alimentare. 

Dopo esserci accertati che il prodotto è conforme a queste normative, è fondamentale verificare nella Guida Export ICE di quali tipi di documenti è necessario disporre per procedere all’export vino.

Nei prossimi paragrafi ti daremo un’indicazione generale sulla documentazione che viene richiesta più di frequente nei paesi di importazione. 

Documenti obbligatori per paesi UE: 

  • Fattura commerciale;
  • Documenti di trasporto;
  • Certificati d’analisi (quando richiesti dall’importatore);
  • Etichettatura specifica in base al paese di importazione;
  • Imballaggi autorizzati secondo la normativa UE.

Documenti obbligatori per paesi  Extra-UE: 

  • Fattura commerciale contenente le informazioni richieste dal paese di importazione;
  • Documento di trasporto;
  • Bill of Lading/Air Waybill (rispettivamente per spedizioni via mare o via aerea); 
  • Packing list;
  • Certificato di origine;
  • Certificati di analisi;
  • Etichettatura specifica in base al paese di importazione

Alcuni paesi richiedono anche la compilazione e consegna di ulteriori documenti, senza i quali non è possibile effettuare l’esportazione. 

Ti consigliamo di verificare di disporre di tutta la documentazione necessaria, segnalata nella Guida Export, prima di procedere con l’esportazione. 

Per quanto riguarda l’etichettatura, invece, ne parleremo approfonditamente nel prossimo paragrafo.

Etichettatura del vino per l’esportazione

Come avrai quasi certamente compreso dai paragrafi precedenti, non c’è una regola universale per l’export vino in quanto ogni paese ha esigenze e normative diverse. 

Per quanto riguarda le informazioni presenti sulle etichette, infatti, vale lo stesso principio: possono variare da paese a paese. 

In linea generale le informazioni obbligatorie, richieste da ogni paese, sono le seguenti: 

  • Nome del produttore o del marchio;
  • Paese di origine;
  • Indicazione della denominazione di origine;
  • Anno di produzione;
  • Volume alcolometrico (“% vol.”); 
  • Volume nominale;
  • Presenza di allergeni o sostanze che inducono intolleranze (es: solfiti);
  • Lotto;
  • Quantitativo di zuccheri presenti (per specifici spumanti).

Alcuni paesi potrebbero richiedere ulteriori informazioni come: 

  • Tipo di prodotto come nominato nel paese di destinazione;
  • Dati dell’importatore;
  • Dati dell’esportatore
  • Valore nutritivo e calorie;

Qualsiasi sia la destinazione della merce, le informazioni presenti nell’etichetta delle bottiglie devono essere riportate nella lingua del paese di importazione per consentire ai consumatori di comprenderle.

Per quanto riguarda la varietà e la diversità delle informazioni richieste nelle varie casistiche, ti consigliamo di esaminare caso per caso la documentazione necessaria all’export vino, nella Guida Export ICE o affidandoti al tuo trasportatore di fiducia. 

Nell’eventualità in cui non siate affiliati ad un corriere, vi informiamo che WayToGo è specializzato nella spedizione di Wine&Food ed offre soluzioni personalizzate a seconda dell’esigenza. 

Export vino: il trasporto

Il trasporto del vino per l’esportazione può essere effettuato in più modi: su strada, via mare, via ferrovia e via aerea. 

La scelta della modalità di trasporto può dipendere da vari fattori come:

  • Destinazione
  • Quantità di merce da spedire
  • Urgenza della spedizione
  • Budget a disposizione

Qualunque sia la modalità di trasporto scelta per la spedizione, essendo il vino un prodotto fragile, è fondamentale prestare particolare attenzione all’imballaggio, in modo da assicurarsi che il vino arrivi a destinazione integro e in perfette condizioni di qualità e conservazione.

Tariffe doganali per l’esportazione di vino

Anche le tariffe doganali, in materia di esportazione di vino, non sono dei valori standard e possono variare in base a diversi fattori come: 

  • Paese di destinazione;
  • Qualità e valore del vino;
  • Classificazione del vino (grado alcolico, origine geografica, certificati di origine speciale, …);
  • Normative del paese di importazione; 
  • Accordi internazionali.

In molti casi, per compensare il costo dell’importazione, alcuni paesi applicano dei dazi aggiuntivi al prodotto facendo sì che il costo dell’importazione incida direttamente sul prezzo del prodotto finale. 

Per conoscere le tariffe doganali specifiche per ogni paese, consigliamo di consultare l’ente responsabile delle tariffe doganali nel paese di destinazione o di rivolgersi ad un’agenzia specializzata in esportazioni.

documenti esportazione estero

L’export vino con WAY TO GO

Viste la complessità del processo di esportazione a cui sono soggette le cantine e le aziende che intendono esportare il vino, WayToGo vuole essere di supporto fornendo consulenza e supporto nelle fasi del processo di esportazione

La nostra prerogativa è accertarci che venga compilata tutta la documentazione necessaria e che vengano seguiti tutti i passaggi a norma di legge. 

Conclusioni

Come avrai capito leggendo questo articolo, l’export di vino non è un’operazione semplice e richiede di rimanere costantemente aggiornati sulle normative applicate dai vari paesi. 

Ecco perché, per garantire il successo dell’esportazione, è consigliato rivolgersi ad un’impresa di trasporti seria e affidabile, che si occupi di procurare tutta la documentazione necessaria e di adempiere agli obblighi di legge. 

Richiesta informazioni

Compila il form di seguito con tutte le informazioni richieste: riceverai via e-mail tutte le informazioni di cui hai bisogno entro una giornata lavorativa.

Richiedi quotazione

Compila il form di seguito con tutte le informazioni richieste: riceverai via e-mail la tua quotazione personalizzata entro una giornata lavorativa e potrai procedere alla conferma in pochi attimi.